Notizie dal BIO

Canapa, le proteine sostenibili

Canapa, le proteine sostenibili

di Federica Fiorentino

L’evoluzione dell’uomo, delle sue abilità, della sua intelligenza sembra essere stata accelerata dall’introduzione di un buon apporto proteico nella dieta. In tempi moderni lo straordinario aumento del consumo di proteine di origine animale sta causando una accelerazione della distruzione degli ecosistemi ed un enorme consumo di risorse, oltre ad essere una pratica indubbiamente poco etica, per come gestita attualmente.

L’evoluzione è un processo continuo e, per fortuna, in questo inesauribile fluire di progresso e miglioramenti, l’uomo ha avuto anche la saggezza di riscoprire una pianta che, nonostante fosse estremamente diffusa, è stata fatta sparire in un batter di ciglia con la grave accusa di essere una droga. Recuperato il proprio ruolo di alimento, la canapa può essere decisamente un grande beneficio per la nostra alimentazione e per le sorti del pianeta.

I semi di canapa sono uno degli alimenti con il più alto valore nutrizionale. Contengono circa il 25% di proteine, in una combinazione unica nel mondo vegetale, poiché in esse sono presenti tutti e 9 gli aminoacidi essenziali. Nei semi di canapa si trova inoltre una frazione grassa (35%) di ottima qualità, costituita per circa 3/4 da una miscela di acidi grassi polinsaturi. Con un po’ di fantasia in cucina sono ideali da aggiungere in tutte le insalate, ma anche in biscotti, torte, pesti “alternativi” etc.

Dai semi si ottiene per macinazione una farina, che mantiene tutte le proprietà nutrizionali dei semi ed è priva di glutine, quindi adatta anche a chi soffre di celiachia. Dal colore ambrato e dal delicato gusto di nocciola, questa farina è un ottimo ingrediente per ogni tipo di preparazione, sia dolce che salata, a cui può apportare una interessante componente proteica.

Dalla spremitura a freddo dei semi si ottiene un olio dalle eccellenti proprietà, idoneo non solo al consumo alimentare, ma anche alla cura della pelle e alla preparazione di cosmetici. Il residuo di questa spremitura è una polvere con un contenuto di proteine del 50%, molto apprezzata dagli sportivi.

Questi piccoli semi, insomma, possono essere un validissimo aiuto per diminuire il consumo di carne senza ridurre l’apporto proteico nella nostra dieta, una soluzione semplice per ridurre il nostro impatto sul pianeta ed evitare di sostenere una filiera insensata da ogni punto di vista come quella della carne.

Se vuoi saperne di più vai su: www.embio.it/canapa >

 

info@biofiera.it     335.7187453    Iscriviti alla newsletter

Copyright (c) 2020 Edibit s.r.l - PIVA 01570971208 - privacy

Biofiera.it è supplemento di "Vivere Sostenibile", periodico mensile.

Registrazione Tribunale di Bologna n. 8314 del 15/10/2013, edito da Edibit s.r.l., inscritta al ROC al n. 2289 del 28/09/2001. Ex RNS n. 4123 del 23/03/1993. Direttore Responsabile Silvano Ventura.